Rimuovere la pubblicità su uTorrent

utorrent-adsNonostante apprezzi il lavoro di chi continua a sviluppare uTorrent, l’introduzione delle pubblicità non ha decisamente trovato estimatori. Quello che era nato come un piccolo e leggero programma per scaricare dalla rete Torrent si è negli anni “appesantito” di diverse altre funzioni, e di questa nuova presenza.

Se volete eliminare gli annunci dal box in basso a sinistra di uTorrent aprite il menù Opzioni, scegliete Preferenze e poi, nella finestra che si apre, andate alla voce Avanzate.

Ora copiate e incollate nel box di ricerca in alto a destra le seguenti chiavi del programma, una ad una. Quando l’avrete fatto selezionate la voce che compare, che avrà il valore “true” e dei due radiobutton in basso selezionate la voce “false”, per ognuna delle chiavi e le pubblicità spariranno dalla vostra vista.

  • offers.left_rail_offer_enabled/left_rail_offer
  • gui.show_plus_upsell
  • offers.sponsored_torrent_offer_enabled / sponsored_torrent_offer_enabled
  • bt.enable_pulse
  • gui.show_notorrents_node
  • offers.content_offer_autoexec

Se non ricordo male avevo trovato questo suggerimento su Lifehacker.

Un mondo incantato

image

“Non sono stato più appassionato di manga di quando mi preparavo agli esami di ingresso al college. È un periodo della vita in cui i giovani sembrano avere una grande libertà, ma sono oppressi in molti modi. Proprio quasi devono fi essere fortemente attratti dall’altro sesso, devono aprire realmente i libri. Per sfuggire a questa situazione deprimente, spesso si trovano a desiderare di vivere in un mondo loro, sconosciuto anche ai genitori. Per i giovani, le anime (inteso come film d’animazione) sono qualcosa che possono inglobare in quel mondo privato. Spesso mi riferisco a questo sentimento come al desiderio di un mondo perduto.”

Hayao Miyazaki

tratto da Hayao Miyazaki, un mondo incantato – Lit edizioni (2014)

Dieci tutorial per imparare AngularJS

image

In questo 2015 continuerò il mio sgangherato modo di imparare a programmare, su più fronti, leggendo sia articoli per principianti sia libri di livello intermedio per imparare non solo le basi ma anche le best practices.

Questo link raccoglie alcuni link interessanti per addentrarsi in AngularJS: alcuni li ho già sfogliati l’anno scorso e mi sono incuriosito.

Peccato che oltre a Javascript e AngularJS sono molto interessato ad imparare ad usare anche Polymer e altre cosucce. Sostanzialmente è chaos-learning.

http://www.hongkiat.com/blog/angularjs-tutorials-screencast/

Aggiornamenti in ordine sparso

Mio babbo sta meglio. A quanto sembra la radioterapia associata alla chemio è stata fruttuosa, la massa tumorale sembra scomparsa e lentamente inizia il processo di recupero verso la normalità. Aspettiamo ancora la risonanza magnetica e la eventuale PET per tirare un sospiro di sollievo ma per ora tutto bene.

Continua il mio studio confusionario su diversi linguaggi di programmazione: troppa roba nel poco tempo che riesco a dedicare a questa cosa, ma quando inizio una cosa il mio cervello si perde spesso in diversi percorsi secondari, invece di rimanere focalizzato sul percorso principale. Dovrei lavorare anche su questo, ma in fondo si tratta di una cosa personale, quindi devo rendere conto solo a me stesso.

Continuo a commettere molti errori come genitore. Credo sia la cosa più difficile che una persona può affrontare nella propria vita.

Fisicamente sto male. Non riesco a ricominciare ad andare a correre, ho avuto altri problemi fisici di vario tipo tra cui un paio che mi hanno fatto passare la notte in bianco, nel pensiero di qualcosa che poteva anche essere molto brutto. Fortunatamente non era nulla di preoccupante.

Il mio blog fa schifo, o meglio, quando scrivo cose sul mio blog le cancello appena le rileggo. Quindi il mio blog fa schifo.

Non ho più tanta voglia di scrivere nè su Friendfeed, nè altrove.

Leggo. Le ultime letture comprendono “la saggezza del mare” di Bjorn Larsson, “quaderni ucraini” di Igort, la rilettura di “1984” di Orwell. Il primo ha dentro il mare, quella cosa che mi affascina e al tempo stesso mi spaventa. Vivo di fronte al mare eppure il mare mi spaventa, non lo capisco, non mi sento sicuro. Eppure mi affascina. Il fumetto di Igort era sotto il mucchio delle cose da leggere. E’ un’opera da leggere assolutamente, non fate caso alla parola fumetto. 1984 è purtroppo sempre attuale.

Inoltre Javascript definitive guide e Speaking Javascript a piccole dosi, integrati da una serie di articoli sul tema trovati in rete, cose tipo best practices e simili, giusto per imparare per bene e non doversi correggere poi dopo, ma come dicevo è uno studio senza un criterio preciso.

Al lavoro c’è tanto da fare. Ci sono cose interessanti da fare ma in mezzo a tanta confusione, lavori su lavori, tanti problemi da risolvere e persone che non si comportano bene (come sono diplomatico, eh?).

Rincorse ed attese

Non so cosa possa girare nella mente di mio babbo.
Dai primi giorni di questo anno, esami su esami ad un ritmo molto veloce, sentirsi dire “se ne è accorto tardi” poi una volta accertato tutto, rimanere in attesa di essere chiamato per iniziare la terapia.
Arrivare a sera attendendo una telefonata che non è arrivata, sentire che non si può fare nulla da soli. Deve essere molto dura per una persona che nella sua vita ha imparato a fare tante cose da solo, oltre a far bene il suo mestiere.