Archivi tag: televisione

Videocracy, un commento del regista Erik Gandini sulla censura del trailer alla Rai

Se ne sai già qualcosa, questo è allora un post inutile. Se non te ne frega nulla, questo è un post inutile.

Se non ne sai nulla, non capisco come tu faccia a scoprirlo per la prima volta qui. Oggi per caso hai l’antenna rotta?

La rivoluzione appassita (non è un post sulla scuola)

Versione 1
Come nelle migliori democrazie, dopo una iniziale decisione, la consultazione popolaren ha fatto sì che una decisione dura, presa dall’alto, venisse rovesciata dal popolo, forte dei propri numeri.

Versione 2
Come avviene per ogni rivoluzione non compiuta, sotto sotto, qualcuno prima a favore, lavora piano piano per riportare il tutto a com’era prima. I rivoluzionari sono posti in minoranza ed eliminati.

In sostanza, avevo inviato a Sky la disdetta per il pacchetto base (che ora hanno suddiviso in 5 micro pacchetti: news, telefilm, documentari, cartoni animati, musica), arrivato a costare ben 26 euro al mese.
Sara disperata (Sofia è troppo piccola per capire questa cosa che doveva avvenire nel futuro). La moglie, inizialmente a favore, ha poi fatto i conti con il palinsesto Rai-Mediaset-La7, dal quale si era decisamente disintossicata per un buon 90%.

Anche la televisione sembrava volerci lasciare. Ora prima di accendersi si comporta come una vecchia televisione a valvole, con tempi di accensione pari alla durata della pubblicità su Canale 5, righe colorate, raster a random, lampeggi e spegnimenti improvvisi (tutti negano di aver aggiornato il televisore a Windows Vista).

Sta di fatto che a due giorni dalla scadenza, dopo diversi attacchi telefonici, Sky e mia moglie l’hanno avuta vinta: ora siamo abbonati al minimo possibile (telefilm+bambini+l’obbligatorio news) con una promozione fino al 31 gennaio che mi permetterà la visione di cinema e sport (tanto non ho tempo per guardarli). Per la “modica” cifra di 15 euro.
Ho perso, ma almeno ho capito che devo segnarmi sul calendario la data della scadenza del contratto antecedente di un paio di mesi, così da inviare a Sky un’altra raccomandata di disdetta: se proprio non posso vincere questa guerra, almeno ci guadagno qualche bonus che con un normale rinnovo automatico non avrei.

P.S. perchè non scrivo un post sulla riforma Gelmini, sulla scuola, sul futuro scolastico delle mie figlie? Beh, ho già detto quello che pensavo in consiglio provinciale, e mi è bastato il mal di fegato.

Digitale terrestre, fatevi prendere in giro un’altra volta, mi raccomando

Da Macity, ripreso poi da Nova24:

L’arrivo dell’alta definizione per il digitale terrestre (confermata ieri dalla Rai), che verrà inaugurata con i prossimi europei di calcio di Austria e Svizzera, porta con sé l’incompatibilità con un buon numero dei decoder sinora venduti. Soprattutto, molti di quelli con MhP (venduti quasi esclusivamente nel nostro Paese) e molti di quelli integrati nella maggior parte dei televisori Lcd o plasma. Forse si salveranno solo i ricevitori collegabili direttamente al computer, perché potranno essere eventualmente aggiornati via software. Altrimenti, scrive il sito, “Sarà necessario un decoder apposito, dal costo di 150-180 euro, in grado di gestire i segnali di maggiore qualità che saranno trasmessi attraverso i ripetitori di Rayway”.

Qualcuno si ricorda chi ha spinto, durante il suo governo, per introdurre il digitale terrestre?

Qualcuno ricorda chi ha messo in casa di X persone in Italia, un decoder per il digitale terrestre, entro una certa data, gratuitamente, o meglio a spese di tutti, perché altrimenti il digitale terrestre non sarebbe partito?

Qualcuno ricorda che la RAI non aveva alcun interesse ad investire in una tecnologia già vecchia, e che è stata la RAI a dover pagare per tutta la parte di ricerca e infrastrutture, e visto che una parte della RAI che gestiva queste cose era stata intanto svenduta, ha dovuto rivolgersi ad una certa ditta di Milano?

Qualcuno ricorda che superata quella data, una certa società italiana ha messo in piedi una pay tv su digitale terrestre, facendo concorrenza ad un certo signor Murdoch, trasmettendo calcio e telefilm a pagamento, senza tirare fuori un euro?

Se non ricordate nulla, ma dove avete vissuto negli ultimi anni?