Dust collector

Da quando esiste internet ho sempre cercato di costruirci qualcosa. Ho realizzato e chiuso siti, senza mantenerne copia e memoria, cercando di ricominciare da zero, ora mi verrebbe da dire per cancellare gli errori commessi. Errori di ingenuità sia chiaro, perché più passava il tempo e più capivo che quello che pubblicavo in rete poteva anche permettermi di crearci attorno una professione.

Ci ho provato, poi ho fatto altre scelte. Negli ultimi anni mi sono allontanato sempre più da blog e social network, soprattutto con la chiusura di Friendfeed, ma anche lì negli ultimi due anni ero in galleggiamento.

Soprattutto non sono più riuscito a scrivere online. Ho cominciato a sentire come spiacevole che persone che mi conoscevano ma con cui non ho legami se non professionali, leggessero alcune cose personali mie e me ne parlassero. Sembra strano in un momento in cui in tanti mettono in mostra su Facebook ogni parte della propria vita, magari solo per far sembrare migliore la propria vita agli occhi degli altri e sembrare meno sfigati, come in realtà siamo un po’ tutti, chi più chi meno.

Quindi anche questo blog è stato dimenticato, maltrattato, affossato nelle ricerche di Google, in modo da farlo sparire dalla testa dei risultati nelle ricerche per il mio nome. Ci ho anche messo pubblicità online che Google non apprezza (per via dei link) e per questo declassa il blog nelle proprie ricerche.

Ho pensato anche di chiuderlo. Qualcuno mi ha chiesto se il dominio era in vendita e mi ha anche fatto una proposta.

E’ un momento in cui avrei tanto da scrivere, più per me che per gli altri. Infatti ho ricominciato a scrivere, su un taccuino, ma visto che spesso sono davanti ad uno schermo mi viene molto naturale farlo anche per esprimermi.

Forse dovrei aprire un altro blog, dove non c’è scritto chi sono, dove vivo, cosa faccio e perché scrivo.

Google

Che ci piaccia o no, Google rappresenta qualcosa di importante nella storia.

Era un motore di ricerca per cercare e classificare la nascente internet ed ora è qualcosa così grande da non stare più dentro ad una sola società. Google è ora una parte di Alphabet, una holding che oltre a Google controlla tutti quegli altri progetti come la robotica o gli studi sulla longevità umana.

Tutto questo preambolo per dire che Google ha cambiato logo, usando quello che era stato visto nel logo Alphabet. Un’occasione per ripercorrere la storia di G.

Applicazioni dedicate al mondo dell’insegnamento e della scuola

Interessante nuova serie di video sul canale Google Developers, dedicato al mondo dell’insegnamento.

Google offre la propria suite di applicazioni in forma gratuita alle scuole, Google Classroom, ma non si limita a dare visibilità alle proprie soluzioni, ma anche a quelle che vengono sviluppate intorno al proprio ecosistema.

Nella prima puntata vengono segnalate una serie di applicazioni per la gestione degli assegnamenti di prove, quiz, questionari e successivo controllo e reportistica dei risultati degli studenti.

Mi è sembrata molto interessante l’ultima delle tre, Verso, che stimola la discussione tra studenti in forma anonima, in modo da premiare il contributo dello studente senza premiare simpatie o appartenenze di gruppo.

Sono tutte e tre disponibili per Android, iOS e Chrome.

Socrative

ExitTicket

Verso

Rimuovere la pubblicità su uTorrent

utorrent-adsNonostante apprezzi il lavoro di chi continua a sviluppare uTorrent, l’introduzione delle pubblicità non ha decisamente trovato estimatori. Quello che era nato come un piccolo e leggero programma per scaricare dalla rete Torrent si è negli anni “appesantito” di diverse altre funzioni, e di questa nuova presenza.

Se volete eliminare gli annunci dal box in basso a sinistra di uTorrent aprite il menù Opzioni, scegliete Preferenze e poi, nella finestra che si apre, andate alla voce Avanzate.

Ora copiate e incollate nel box di ricerca in alto a destra le seguenti chiavi del programma, una ad una. Quando l’avrete fatto selezionate la voce che compare, che avrà il valore “true” e dei due radiobutton in basso selezionate la voce “false”, per ognuna delle chiavi e le pubblicità spariranno dalla vostra vista.

  • offers.left_rail_offer_enabled/left_rail_offer
  • gui.show_plus_upsell
  • offers.sponsored_torrent_offer_enabled / sponsored_torrent_offer_enabled
  • bt.enable_pulse
  • gui.show_notorrents_node
  • offers.content_offer_autoexec

Se non ricordo male avevo trovato questo suggerimento su Lifehacker.