Lift e State Of The Net

Lift - photo by http://www.flickr.com/photos/tim_d/StateOfTheNet . Photo by http://www.flickr.com/photos/euan/

Mentre a Udine e a Ginevra si tengono interessanti conferenze sull’innovazione e la rete, io mi trovo a casa legato a impegni familiari e di lavoro, il lavoro che paga le bollette, compresa quella della linea adsl.

La rete di oggi ci permette comunque di seguire questi eventi che normalmente la televisione generalista, ma neanche la paytv, si degnerebbero mai di trasmettere neanche alle 4 di notte: le sessioni del Lift di Ginevra, sulle nuove tecnologie e l’innovazione, si trovano online su http://www.nouvo.ch/liftvideo.
State Of The Net, la conferenza sullo stato della rete, organizzata da Paolo Valdemarin, Sergio Maistrello e altri coraggiosi, nel pomeriggio ha lanciato lo streaming su Mogulus, che si può seguire direttamente dal blog dell’evento: in questo momento posso seguire uno streaming di qualità molto elevata sia in video che in audio.

Purtroppo non ho tempo in questo momento per seguirli, ma il bello è che questo materiale sarà lì anche la prossima settimana, quando spero avrò più tempo.
Mi piacerebbe trovare questi video molto interessanti anche in formato solo audio da poter caricare sull’ipod o da masterizzare su cd ed ascoltarmi in macchina: non vorrete mica passare tutto il tempo a sorbirvi la campagna elettorale alla radio…

A caccia di conigli per Urbino

the geek squad and the bunny
Distrutti, sudati ma sorpresi e contenti per essere arrivati primi: così posso riassumere questa foto che ritrae la Geek Squad mentre festeggia la vittoria nella caccia al tesoro Wireless ad Urbino, in occasione del Festival dei Blog.

Insieme adElena, Fullo, Gioxx, e Vincenzo è stato molto piacevole passare questa giornata ad Urbino tra corse in salita e discesa (io e Fullo in salita verso la fortezza Albornoz, io e Gioxx in discesa col Macbook aperto con la soluzione in mano), momenti nella prima parte di gioco, in cui ci eravamo separati, in cui pensavamo di essere tra gli ultimi e altri, dalla metà del gioco in poi, in cui gli enigmi crollavano sotto il brainstorming del gruppo, neanche fossimo un cluster di server di Mountain View.

Oltre a scambi di indizi con altri giocatori (un grazie a Tommaso), utilizzo sapiente e fortunoso del social network che Urbino offriva (anche Stark ne faceva parte, quindi si poteva usare no?), abbiamo usato ogni mezzo tecnologico a nostra disposizione, e la conoscenza degli strumenti offerti dalla rete.
E dire che pensavo che una caccia al tesoro wireless l’avremmo giocata dal tavolino di un bar, o del “circolo dell’intellighenzia” sorseggiando thé e caffé davanti ad un portatile, con un plaid sulle gambe (perché ad Urbino ci son gli spifferi).

Complimenti agli autori genovesi della storia, veramente ben scritta ed organizzata: dopo la prima ora di gioco non contavo proprio che potessimo vincere, sapevamo di essere grossomodo terzi verso la fine ed entrando nella saletta del bar, dopo aver cercato il posto per consegnare il risultato per 10 minuti con la soluzione in mano, non sapevamo ancora di aver battuto sul tempo altre nove squadre agguerrite.

Dispiace solo di dover essere dovuti scappare via subito, causa perdita degli ultimi punti moglie disponibili, e non aver potuto conversare sulle varie fasi di gioco con gli autori e gli altri partecipanti al gioco.

Stasera insieme alle bimbe vedrò di battezzare il Nabaztag, premio per tutta questa pazza giornata. Non credo l’avrei mai comprato di mia spontanea volontà, però ora sono curioso di vedere cosa può fare e soprattutto cosa gli si può far fare..

P.S. Grazie ad Andrea per un commento che vale più di un coniglio.

Radiohead in rainbows

In rainbowsFinalmente il 10 ottobre uscirà il settimo album dei Radiohead.

Si tratta però di una uscita discografica molto particolare: il disco, intitolato “In rainbows”, sarà in vendita solo sul loro sito, e sarà disponibile dal 10 ottobre per il download, mentre in dicembre sarà possibile ricevere direttamente a casa un cofanetto con un doppio cd con altri brani, versione in vinile, booklet.
Il sistema di vendita pare permetta all’acquirente di scegliere quale sia il prezzo che vuole pagare.
Una bella svolta dopo mesi di supposizioni su quale etichetta discografica avrebbe pubblicato il nuovo album: una svolta che segna ancora di più il distacco di questo gruppo dal mondo del business discografico.

I brani sono da tempo conosciuti, visto che diversi sono stati suonati in giro per l’Europa in alcuni concerti di “test”, ma immagino che la versione finale sarà ben diversa.

Adesso vado a fare il pre-ordine.

WordCamp, una proposta

WordCampWordPress è ormai una delle più diffuse piattaforme al mondo per creare il proprio blog, soprattutto da chi vuole gestirlo autonomamente, personalizzarlo, aggiungervi funzionalità.

Con la presenza di Matt Mullenweg, il primo WordCamp italiano rappresenta quindi una occasione per portare l’esperienza italiana di chi lo usa quotidianamente a chi si occupa dello sviluppo attuale e futuro di questa piattaforma.

Perché non arrivare al WordCamp con un lavoro frutto di una ampia discussione che raccolga proposte, critiche, possibili soluzioni per rendere le future versioni di WP migliori sul blog o sul wiki del WordCamp?