Tempo fa avevo trovato online una virtual machine per vmware dove all’interno girava una primissima versione di Chrome OS, il sistema operativo che Google sta preparando per i netbook, o cloudbook che dir si voglia.
Si trattava in sostanza di un sistema operativo che come login usava user e password di Google per far accedere a un ambiente grafico basato su un browser, Google Chrome, appunto.

Scopro oggi che qualche pazzo si è dedicato all’impresa di far girare Android, il sistema operativo creato da Google per gli smartphone e i dispositivi con touchscreen come i tablet, su piattaforma x86. Il progetto si chiama Android-x86.

Perché la cosa può dirsi interessante? Innanzitutto perché è una cosa divertente.
La prima cosa che mi è venuta in mente è che un sistema pensato per un telefono si può adattare bene anche ad un sistema collegato ad un grande schermo come una tv. Grandi caratteri, interfaccia semplificata, applicazioni per accedere a diversi contenuti.

La versione stabile è quella basata su Android 1.6, ma molti hanno fatto funzionare anche la versione Eclair e Froyo.
Provate a dare uno sguardo al numero di dispositivi in grado di far funzionare, con pieno supporto alle varie funzionalità, il sistema operativo Android. Impressionante.

Intanto se volete dare uno sguardo, qualcuno l’ha messo anche su una macchina virtuale.

2 pensieri su “Android su x86

  1. Non sono per nulla stupito, anzi bisogna incentivare l'uso dei sistemi open source solo cosi si può migliorare la vita delle persone per non stare dietro a certe frutteeee mahh soldi spesi male!
    Good!

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>