Arriva la primavera, speriamo.

Quando tanti nodi vengono al pettine della banca, aspetti il 27 del mese con l’ansia da macchina del tempo e vorresti poter consumare in fretta i giorni sperando di arrivare a quel “click” che riporta le tue finanze sulla linea di galleggiamento.
E’ stato un periodo convulso soprattutto a causa del trasloco, una miriade di piccole spese non previste o non considerate. Aggiungiamo a questo la contrazione di entrate dell’ultimo anno. E il bello è accorgersi che la situazione è in caduta libera proprio quando avevi di fronte un affare, inteso come qualcosa da comprare che inseguivi da tempo, in silenzio.

C’è di che essere preoccupati? No, non esageriamo, non va così male, c’è in giro chi realmente sta peggio, anche se il bilancio familiare si sta facendo sempre più difficoltoso e non è possibile pensare di affrontare nessuna spesa che sia non necessaria.
Quando poi ti ritrovi a dover considerare nell’arco di dieci giorni un paio di spese non previste e l’apertura del sito della banca inizia a provocare palpitazioni da discesa tipo Kitzbühel, posso dire che sono molto contento che oggi la temperatura esterna sia in netto rialzo.

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>