Yahoo! è stata una delle prime, se non la prima pagina internet che io abbia visto. Quando Google ha iniziato a fornire risultati di ricerca più validi di Yahoo!, Altavista e altri per me è esistita solo la grande G.
Poi a Yahoo! hanno iniziato a cercare e raccogliere persone e progetti innovativi tra le prime startup del web 2.0 e così sono tornati ad essermi simpatici.
Adesso, ma anche l’anno scorso con quel casino sul valore delle azioni nella trattativa con Microsoft, molte menti dietro quei servizi web (Flickr e Delicious su tutti) hanno preso altre strade, e così tutto il potenziale innovativo si è disciolto. E l’ultimo accordo con Microsoft segnerà forse la fine di Yahoo!.
Continuo a temere per la sorte di servizi come i due che ho citato, visto che sono ormai quasi fondamentali per la mia quotidianità.

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>