RomagnaCamp, ovvero la sabbia non blocca gli ingranaggi ai blogger

Pseudotecnico mi immortala con le bimbe in braccioSono stato qualche giorno in vacanza con Monica, Sara e Sofia ma sabato mattina ne ho approfittato per fare tappa durante il viaggio di ritorno al RomagnaCamp: l’idea iniziale era di partecipare alla tre giorni, “organizzando” il CampCamp, barcamp alternativo basato solo sul cazzeggio e girovagare poi per il RomagnaCamp.
Ma la famiglia viene prima di tutto, lo diceva anche il Padrino.

Purtroppo la mia presenza si è limitata ad una manciata di ore, dall’ora in cui tutti si stavano dedicando al pranzo fino alle 16.
Mentre mia moglie stava con le bimbe in spiaggia insieme alla iFamily e Cesare, con Sara che adottava immediatamente Ulisse e abbandonava la sorella Sofia al suo destino, io cercavo di salutare un po’ di vecchie e nuove conoscenze e di seguire qualche talk, nonostante la tendenza generale fosse orientata al cazzeggio.

Come sottolineano Massimo Mantellini e Samuele Silva i barcamp in Italia stanno scivolando verso il cazzeggio puro, anche se devo dire che era veramente una sfida eroica riuscire a fare un talk serio come Nicola Mattina mentre il barista annuncia al microfono che c’è da spostare una macchina o sono pronti i cappelletti.
Per il futuro vedo bene dei barcamp più tematici come i prossimi CreativeCamp, WordCamp e simili, ma il cazzeggio a margine ci sarà sempre, per fortuna.

Ho visto la presentazione dell’edizione italiana di Intruders.tv ma non ho trovato il tempo per fare due chiacchiere con Livia Iacolare, molto attiva nel registrare le prime interviste che vedremo a breve online. In bocca al lupo!

Ho trovato interessante la discussione sull’etica dello scatto con lo zoom con Samuele a cui poi si sono aggiunti Pseudotecnico, Delymyth, Felter, Palmasco e Giovy: ormai i barcamp sono popolati da cecchini armati di reflex, per cui ho scattato solo un paio di foto alle bimbe.
Il mondo della fotografia è affascinante, sarà perché ne capisco veramente poco..

Complimenti a Gioxx, Elena, Feba, Luca e tutti quelli che hanno contribuito ad un evento che avrei voluto vivere completamente, perché se parliamo tanto di media sociali è perché siamo degli animali sociali, che amano stare insieme e quale occasione migliore se non un bel ritrovo sulla spiaggia, nella migliore tradizione romagnola?

Un grazie a Susan che con la sua idea ha attaccato il virus dello sferruzzamento a mia figlia di sei anni, che appena tornata a casa ha chiesto subito alla nonna dove erano i suoi ferri da maglia perché voleva cominciare subito (grazie ai rapidi insegnamenti di Daria).

Kikko mi ha dato buca (scusato), telefonandomi poi il giorno dopo dal Boca, dove ormai i Barcampisti erano in fase di smobilitazione. La prossima volta ti ci porto io..
A chi non c’era potrei dire..mannaggia!

6 comments on “RomagnaCamp, ovvero la sabbia non blocca gli ingranaggi ai blogger

  1. Livia IacolareNo Gravatar settembre 10, 2007 5:48 pm

    Crepi il lupo, Cristian! Ti avevo visto tra la folla e mi ero ripromessa di venire a presentarmi. Purtroppo ho avuto dei problemi tecnici e poi la cosa mi è passata di mente. Comunque sono certa che le occasioni per chiacchierare non mancheranno.

  2. kikkoNo Gravatar settembre 10, 2007 9:19 pm

    Sta zet, valà: sono riuscito giusto a creare un po’ di difficoltà a chi gestiva la rete e a mangiare un piatto di ravioli… Non ho preso neanche il gadget (bel logo, hanno gusto i ravennati).

  3. pm10No Gravatar settembre 11, 2007 12:16 pm

    sono contentissima, e’ sicuramente la più piccola knitter che conosco, e Daria è stata una brava istruttrice :)
    sono molto contenta,
    se riesci, mi fai avere una fotina della piccola che sferruzza? :)

  4. CristianNo Gravatar settembre 11, 2007 11:13 pm

    Provvederò al più presto..pensa che tornati a casa si è messa a spiegare alla sua bisnonna come si deve passare il filo..giusto lei che gli aveva preparato tutto un corredino all’uncinetto quando è nata.

  5. pm10No Gravatar settembre 12, 2007 12:31 pm

    delizia :)
    metto in agenda un mini knit camp per la prossima volta che vengo a rimini, tanto cattolica è vicinerrima .
    baci

  6. cvbzmxnSNo Gravatar giugno 4, 2011 2:41 am

    The first day I took this medication I could not believe my lack of interest in food. ,

Leave a Reply

Your email address will not be published.

You may use these HTML tags and attributes: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>