Cartoline per il carcereIniziativa veramente interessante quella di sfruttare un servizio dalle spiccate caratteristiche sociali come Flickr per far conoscere un progetto come quello di Dentro e Fuori.

Post|card è una iniziativa lanciata dal blog “Dentro e Fuori”, che invita a scrivere una cartolina, dal luogo in cui abitate o da dove andrete in vacanza, e inviarla a chi può attualmente viaggiare solo con la fantasia: si tratta di un progetto nato dalla collaborazione dei giovani giornalisti de Il Contesto con i detenuti della Casa Circondariale Lo Russo e Cotugno di Torino.
Le cartoline verranno consegnate ai detenuti, che potranno conservarle ed eventualmente rispondere, oltre che scannerizzate e caricate online su Flickr.

Chi si trova a scontare una pena in carcere non può consultare internet, attualmente interdetto dalle carceri italiane, in quanto non è attualmente possibile operare un controllo sui messaggi, come avviene per la posta ordinaria: è così grazie ad un tramite cartaceo tra i giornalisti de Il Contesto e i detenuti che avviene la scrittura dei testi del blog.

Perché la pena detentiva sia soprattutto riabilitativa occorre che si faccia di più e questa iniziativa va veramente nella giusta direzione.

4 pensieri su “Dentro e fuori, cartoline attraverso le sbarre

  1. Ho aggiunto il loro contatto sul Flickr, ma sinceramente mi trovo un po’ in disordine mentale riguardo questa situazione.
    Credo che attualmente i detenuti se stanno socntando una pena siano rei di qualche cosa (evitando il banalismo dell’innocente condannato ingiustamente) e immagino che sia dura li’ dentro. Ma mi chiedo: se stai scontando una pena (e dovevi pensarci prima di compiere stupidaggini) per un reato contro le persone, perche’ dovrei farti vedere quello che ti stai perdendo li’ fuori?
    Non ho letto ancora il blog ed il progetto ma mi auguro che ne facciano parte persone con reati minori o quantomeno non contro la persona.. Tu che ne pensi?

  2. Io credo che la pena detentiva debba essere vista solo in funzione riabilitativa, anche nei casi di recidività.
    Inviare una cartolina a chi è dietro le sbarre perché ha compiuto un crimine significa ricordargli che può esistere anche un’altra opportunità.

    La cronaca ci tempesta di storie di criminali incalliti che ricominciano a delinquere dal primo giorno in cui escono dal carcere, o di criminali senza pietà: forse ancora di più una iniziativa del genere è importante per dare una spinta nella giusta direzione a quelle persone che non vogliamo diventino così perchè in carcere sono diventate persone peggiori di quando ci sono entrate.

    Ciao Claudia

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>