Winer parla di Unconference..e la Unconf italiana?

Sul blog scripting.wordpress.com Dave Winer parla di come dovrebbero essere le conferenze oggi, una applicazione di quello che blog e podcasting hanno portato nella dinamica della comunicazione: la chiama unconference, un incontro dove non ci sono persone che preparano la loro lettura e le slide in Powerpoint.

Una sorta di talk show dove uno o più discussion leader tengono le redini di una discussione a cui ogni persona della platea è invitata a partecipare attivamente.

Portare al centro le persone che ascoltano: persone che, dice Winer, “sanno insieme molto di più di quelli che normalmente parlano alle conferenze”.

Il tutto mi ha riportato in mente il progetto italiano che, in tempi non sospetti, fu chiamato Unconf: ho trovato l’idea di una wiki per organizzare il progetto iniziale non funzionale per quello che riguardava l’organizzazione e la tracciabilità temporale dei commenti sulla Unconf.
Spero che qualcosa si muova qui in Italia, visto che ci sono tante persone con capacità e conoscenza che non hanno niente da invidiare ai colleghi d’oltreoceano.. a parte, forse, l’intraprendenza.
In questo periodo, se avessi più tempo lo dedicherei sicuramente all’approfondimento dell’OPML, di cui Winer sta tracciando le linee della versione 2.0.

Tutto rimandato a dopo il 15, sperando che vada tutto bene.

Un pensiero su “Winer parla di Unconference..e la Unconf italiana?

  1. ecco, infatti…che fine ha fatto la Unconf italiana? sono andato sul wiki per vedere se l’idea va avanti, ma non mi pare. Peccato. a

Lascia un Commento

L'indirizzo email non verrà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

È possibile utilizzare questi tag ed attributi XHTML: <a href="" title=""> <abbr title=""> <acronym title=""> <b> <blockquote cite=""> <cite> <code> <del datetime=""> <em> <i> <q cite=""> <strike> <strong>